Logo Cerca Viaggi Online

rss RSS

 
Entra nel Blog
Sito Mobile
Blog Cerca Viaggi Online
Cerca Viaggi Online Mobile
  Scarica le nostre Applicazioni

News dal Blog

I migliori siti per cercare Voli e Low cost Cerca Voli e Low Cost
Gli Overwater Bungalow più Economici del Mondo! Gli Overwater Bungalow economici
In vacanza con il cane! Atraveo offre più di 75.000 sistemazioni dove anche i cani sono i benvenuti! In vacanza col cane
Soldi contati per le Vacanze? Trova Voli, Hotel, Vacanze e altro in base al budget! Cerca voli in base al badget
In viaggio con gli animali nei campeggi in Europa!! In viaggio con gli animali nei campeggi in Europa!!
Aeroporti di Londra - Collegamenti e informazioni utili! Aeroporti di Londra - Collegamenti e informazioni utili!
OMNIA SAIL - Scopri la fantastica Grecia Ionica in Barca a Vela OMNIA SAIL - Scopri la fantastica Grecia Ionica in Barca a Vela
Le teste dell'Isola di Pasqua hanno una corpo! Nuove scoperte dal Cile! Le teste dell'Isola di Pasqua hanno una corpo! Nuove scoperte dal Cile!

Mete TOP

Creta - Speciale Grecia Creta - Speciale Grecia
Rodi - Speciale Grecia! Rodi - Speciale Grecia!
Le 10 cose essenziali da fare in Australia! Le 10 cose essenziali da fare in Australia!
Parigi: consigli per vivere la città low cost! Parigi: consigli per vivere la città low cost!
Viaggio alla scoperta di Barcellona e Gaudì!! Viaggio alla scoperta di Barcellona e Gaudì!!
LAMPEDUSA - Un Paradiso per i Sub...e non solo!! In vacanza a Lampedusa
In Vacanza a Londra!! In Vacanza a Londra!!
Viaggio alla scoperta di Rio de Janeiro!! Rio de Janeiro
POLINESIA..un Sogno che diventa Realtà!!! POLINESIA..un Sogno che diventa Realtà!!!
I pericoli nel Mar Rosso I pericoli nel Mar Rosso
Maiorca - Speciale Baleari Maiorca - Speciale Baleari
Ibiza - Speciale Baleari ibiza speciale baleari
Una Vacanza in Tunisia! informazioni utili per il viaggio Tunisia
 

Vacanze e Volo+Hotel

leggi eDreams
leggi Lastminute.com
leggi Opodo
leggi TUI
leggi Yalla Yalla

Hotel e Alloggi Economici

leggi Agoda
leggi Atraveo
leggi BudgetPlace
leggi eDreams
leggi Hotelopia
leggi HotelsClick
leggi Lastminute.com
leggi NH Hotels
leggi TUI
leggi Venere

Voli e Low Cost

leggi Cerca Voli Low Cost
leggi SkyScanner
leggi eDreams
leggi Volagratis

Cerca Compagnie Aeree

leggi Air Berlin
leggi Air Dolomiti
leggi Brussels Airlines
leggi Condor
leggi Czech Airlines
leggi Easy Jet
leggi Jet2
leggi Lan
leggi Lufthansa
leggi RyanAir
leggi TAP Portugal
leggi Virgin Atlantic

Crociere e Traghetti

leggi Costa Crociere
leggi Crocierissime
leggi MSC Crociere

Noleggio Auto

leggi Auto Europe
leggi Autonoleggio-Online
leggi Europcar
leggi Hertz

Assicurazioni Viaggi

leggi Allianz Global Assistance
leggi Columbus Direct
leggi ERV
leggi Travelguard

 

 
300x250 Crociere Famiglia
 

 

All'arrivo è obbligatorio dichiarare la valuta che s'importa e al momento di lasciare il Paese occorre esibire una dichiarazione accompagnata da relativa documentazione delle spese sostenute (fattura alberghiera, ecc.). Le carte di credito sono accettate in un numero molto limitato di grandi alberghi internazionali. Scarse le possibilità di ottenere denaro contante da sportelli automatici o con traveler's cheques. Prima di partire è quindi opportuno accertarsi di avere con sé la quantità di denaro contante adeguata. 
Importazioni: vi sono restrizioni all'importazione, anche temporanea, di binocoli professionali, server per computers, apparati fax e materiale per trasmissioni, centralini telefonici, armi da fuoco, oro. Per tali articoli occorre chiedere una preventiva autorizzazione. Divieto di esportazione : dinari algerini
All'ingresso è obbligatorio denunciare il possesso di valuta straniera superiore a USD 15.000. Tale dichiarazione doganale è l'unico strumento che autorizza ad uscire dal Paese portando con sé una quantità di valuta inferiore a quanto dichiarato all'ingresso. E' proibito uscire dall'Angola con valuta locale. 

L'economia angolana ha subito negli ultimi anni un forte influsso del dollaro, per cui si consiglia di portare con sé i dollari americani soprattutto quelli di ultima serie. Il cambio va effettuato sempre in banca o presso gli uffici di cambio autorizzati; il cambio effettuato per strada è illegale. Gli orari delle banche sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 15.00. L'uso delle carte di credito è in rapida diffusione presso i maggiori centri commerciali e nei grandi alberghi.
Si deve denunciare ogni tipo di valuta di cui si è in possesso. 
Nessuna
Euro e dollaro USA non sono accettati ma sono facilmente convertibili. Le carte di credito possono essere utilizzate solo in alcune banche e in qualche albergo di Ouagadougo. Se ne consiglia un uso limitato a causa di possibili frodi. L'accettazione dei travellers cheques è limitata, mentre non ci sono limitazioni per le valute straniere. 
E' necessaria un'autorizzazione per l'esportazione di oggetti di antiquariato.
Nessuna
Vi sono forti restrizioni nell'esportazione di valuta locale. All'uscita dal Paese è obbligatorio denunciare al competente ufficio aeroportuale tutti gli oggetti di artigianato locale che possono essere esportati previo pagamento di una tassa di 1.000 franchi CFA per ogni manufatto.L'euro è generalmente accettato nei principali alberghi e può essere cambiato in valuta locale nei negozi di cambio del centro città e nei principali alberghi. Le carte di credito sono accettate nei soli alberghi di lusso.
L'importazione e l'esportazione di valuta locale è proibita.  Non esistono invece restrizioni relative all'importazione di valuta straniera, per la quale è obbligatorio comunque effettuare una dichiarazione sia in entrata che in uscita dal Paese. In caso di mancata dichiarazione in entrata, è concessa l'esportazione di valuta straniera per un ammontare massimo pari al controvalore di 20.000 CVEsc. Generalmente le carte di credito sono accettate nei principali alberghi.  Si consiglia comunque di accertarsi presso la compagnia di emissione della carta, dell'esistenza di operatori abilitati.  Si raccomandano travellers' cheques in USD o Euro.  Negli alberghi italiani (Isole di Sal e Boa Vista) è talvolta possibile pagare in contanti in Euro; si consiglia di verificare tale possibilità prima di intraprendere il viaggio.
Vi sono forti restrizioni nell'esportazione di valuta locale. 
L'euro è generalmente accettato nei principali alberghi e può essere cambiato in valuta locale nei negozi di cambio del centro e nei principali alberghi. Le carte di credito sono accettate nei soli alberghi di lusso.
Nessuna. Le maggiori carte di credito sono accettate solo in pochissimi alberghi. Si consiglia di munirsi di contanti in euro che sono generalmente accettati in biglietti di piccolo taglio dai commercianti locali. È proibita l'esportazione di conchiglie del genere tritonis, casque rouge, tridacna, di piante, di orchidee e di animali locali come i lemuri. 
E' consentito esportare solo 100g di vaniglia. Per quantitativi superiori occorre munirsi di un'autorizzazione della direzione delle dogane.
Nessuna in generale L'esportazione di oggetti in legno è subordinata all'autorizzazione da parte del Ministero congolese dell'Economia Forestale e dell'Ambiente ed al pagamento di una tassa.
Non esistono limiti all’importazione di valuta; le Autorità doganali potrebbero, invece, creare problemi a coloro che intendono uscire dal Paese con ingenti somme di denaro. Divieto di importazione: armi di qualsiasi tipo. 
Limitazione di esportazione: oggetti d'arte. Si consiglia di munirsi di certificazione d’origine che potrebbe essere richiesta al momento dell’uscita dal Paese.
L'Euro e il dollaro USA non sono accettati ma sono facilmente convertibili. Solo ad Abidjan è possibile fare uso di carte di credito o di traveller's cheques, ma a causa di frequenti frodi, se ne sconsiglia  l'uso. è consentito esportare, denaro in contante, fino al controvalore di franchi CFA 2 milioni (euro 3.049). 
I residenti in Costa d'Avorio debbono essere in possesso, al momento di uscire dal Paese, della ricevuta di acquisto di valuta rilasciata da una Banca abilitata. I prodotti di seguito indicati sono soggetti a limiti quantitativi: 
a) tabacco: 200 sigarette o 25 sigari o 150 grammi ; 
b) bevande alcoliche: 1 litro di superalcolici o di vino liquoroso o di spumante; 
c) profumi: 75 grammi o 6 centilitri di profumo o 3/8 di litro di acqua di colonia.
L'importazione e l'esportazione di valuta straniera è libera per importi inferiori a $10.000 o equivalenti. Importi superiori devono essere invece dichiarati per non incorrere in sanzioni. Il limite massimo di valuta egiziana che si può portare è di EGP 5.000. Esistono delle limitazioni nell'introduzione di alcolici e sigarette: non si possono introdurre nel Paese più di 1 bottiglia di alcolici (soft o super) e 1 stecca di sigarette. Entro 24 ore dall'arrivo, si possono acquistare ulteriori 3 bottiglie e 3 stecche di sigarette presso gli esercizi autorizzati, con la licenza per la vendita degli alcolici.
All'inizio del 2005 è stata emanata una nuova disposizione in materia valutaria. All'arrivo in Eritrea è obbligatorio compilare un modulo in cui si dichiara l'ammontare di valuta straniera che si introduce nel Paese e tutti i successivi cambi che verranno effettuati durante il soggiorno. Per i turisti, non vi sono limiti all'importazione ed all'esportazione di valuta, la cui somma è, però, oggetto di dichiarazione scritta sia in ingresso che in uscita, momento in cui può essere richiesta la produzione della documentazione delle spese sostenute nel Paese. 
La Valuta estera può essere cambiata in moneta locale (Nakfa) utilizzando esclusivamente i canali ufficiali (aeroporto, alberghi autorizzati, sportelli bancari e agenzie statali Himbol). 

Se al termine del soggiorno nel Paese si è in possesso di moneta locale e si intende ricambiarla in valuta estera, ci si può rivolgere agli stessi uffici di cambio che convertono la moneta al tasso di cambio ufficiale. 
Bisogna inoltre dichiarare il possesso di macchine fotografiche digitali, telecamere, computer portatili ed ogni altra apparecchiatura elettronica. 
All'uscita dal Paese è richiesto il pagamento di una tassa di 20 USD (o 20 Euro).
Le valute importate vanno dichiarate all'ingresso nel Paese. All'uscita può essere chiesto di esibire la documentazione attestante la regolarità dei cambi (ricevute bancarie).
Nessuna limitazione di valuta straniera all'ingresso nel Paese. Forti restrizioni nell'esportazione di valuta locale. 
L'Euro è l'unica valuta facilmente cambiabile. Ogni altra valuta é soggetta a tassi di cambio sfavorevoli. Le carte di credito sono accettate solo nei grandi alberghi e dalle maggiori agenzie di viaggio.
Non ci sono restrizioni per l'importazione o l'esportazione di valuta.
E' necessario dichiarare in dogana la valuta posseduta.
Nessuna. Le valute facilmente convertibili sono l'Euro e Dollaro US. L'uso della carta di credito è limitato ai principali esercizi commerciali. Sono diffusi nelle principali città sportelli bancari automatici. 
Divieto di importazione: nessuno  
Limitazione di esportazione: nessuna. È vietato esportare articoli illegali oppure protetti quali (avorio, tartarughe, pelli di leopardo).
L'importazione e l'esportazione di valuta locale sono proibite. È obbligatoria la dichiarazione d'importazione di tutta la valuta di cui si è in possesso; la sua esportazione è ammessa nei limiti di quanto dichiarato in entrata. Esiste l'obbligo di produrre la distinta di cambio. Si consiglia di conservare sino alla partenza dal Paese le ricevute degli acquisti più rilevanti effettuati.
E' obbligatoria la dichiarazione di importazione della valuta di cui si è in possesso; l'esportazione di valuta è ammessa nei limiti di quanto dichiarato in entrata; occorre produrre la distinta di cambio.
Vi sono forti restrizioni nell'esportazione di valuta locale. L'euro è generalmente accettato nei principali alberghi e può essere cambiato in valuta locale negli Uffici di cambio del centro città e nei principali alberghi. Le carte di credito sono accettate solo negli alberghi di lusso.
I turisti possono importare liberamente valuta straniera sino ad un massimo di 5.000 $ USA. Oltre tale limite è necessario compilare un modulo per la Banca Centrale da consegnare al momento dell’entrata o dell’uscita dal Paese. La valuta va cambiata solo presso uffici autorizzati (banche, alberghi e uffici cambio). Divieto di esportazione:
E' severamente proibito esportare dal Paese i seguenti articoli e loro derivati: avorio di elefante, corno di rinoceronte, tartaruga marina, coralli, madrepore e pelli di rettili. 
Per quanto concerne l’esportazione di articoli come felini maculati, animali vivi, insetti, conchiglie e piante, occorre verificare le disposizioni in vigore e chiedere eventualmente un permesso di esportazione. Gli Uffici competenti per informazioni ed eventuali autorizzazioni sono: il “Kenya Wildlife Service” (Nairobi, telefono: 00254 20 501081 - 604245/6 - fax 505886 – 501725- ed il “Traffic East/Southern Africa” - Nairobi, telefono: 00254 20 890605 - fax 890615).
Nessuna
I dollari USA sono considerati alla pari della valuta locale: gli euro non sono accettati e non sono facilmente convertibili. Le carte di credito non sono accettate e pochi esercizi commerciali accettano travellers cheques. Si consiglia di arrivare nel Paese con sufficiente valuta per coprire le spese previste.
La norma per cui gli stranieri devono dimostrare all’arrivo in Libia di possedere almeno 1.000 dollari USA (o il corrispettivo in altre monete) non viene rigorosamente applicata nei confronti dei cittadini UE ma rimane tuttora in vigore. 
E’ tuttora in vigore la norma che obbliga i turisti a dichiarare all’arrivo la valuta posseduta ma viene di fatto raramente applicata. Alla partenza, è vietato esportare dinari libici, che non sono in ogni caso convertibili all’estero. Per cambiare all'uscita i dinari rimasti viene spesso richiesto di esibire le ricevute dei cambi effettuati durante il soggiorno.
Qualora si sia in possesso di somme in valuta estera superiori a 7.500 euro, si consiglia di fare una dichiarazione onde evitare eventuali contestazioni in uscita dal Paese. Il paese fa parte del CITES; numerosi manufatti di fauna o flora locale possono essere esportati grazie a un permesso che si ottiene normalmente al momento dell'acquisto.
Al momento dell’ingresso nel Paese occorre dichiarare la valuta straniera nonché i travellers cheques posseduti. Al momento di lasciare il Paese occorre dichiarare la valuta locale che si intende esportare, il cui ammontare non deve comunque superare la somma di Kwacha 2000.
Obbligo di denunciare alla dogana, per iscritto, sia in entrata che in uscita, la valuta di cui si è in possesso. In particolare, per i viaggi turistici, è ammessa l’esportazione di valuta senza giustificazione per importi non superiori al controvalore di 500.000 FCFA (762,00 Euro) per i turisti e di 2.250.000 FCFA (3.430,00 Euro) per gli uomini d'affari. L’esportazione di somme, eccedenti quelle sopra indicate, é consentita dietro la presentazione di un’analoga dichiarazione rilasciata in entrata o di una dichiarazione d’acquisto di valuta rilasciata da un istituto autorizzato. Le carte di Credito accettate sono: Visa, Diners Club, Mastercard nei due principali hotel di “Bamako”. Si raccomanda cautela nell’uso delle carte di credito per il rischio di addebiti multipli ed errori. Si consigliano travellers' cheques in USD o Euro.
E’ vietato uscire dal Marocco con Dirham. Alla fine del soggiorno in Marocco si possono convertire in Euro o altra valuta straniera solo i Dirham acquistati in precedenza presentando le relative ricevute.
L'importazione e l'esportazione di valuta locale sono proibite. Per la valuta straniera non ci sono restrizioni, ma è obbligatorio dichiararne l'ammontare in entrata nel Paese; dietro presentazione di tale dichiarazione, è possibile esportare la valuta per l'ammontare massimo dichiarato. Si consiglia di conservare le ricevute dei cambi effettuati, spesso richieste in dogana per giustificare spese e acquisti. Il cambio è ammesso solo presso enti o alberghi autorizzati. L'uso dei traveller' cheque è limitato: si consigliano travellers' cheques in US$ o in Euro. Le carte di credito di solito non vengono accettate: la carta American Express è accettata in qualche albergo di Nouakchott e Nouadhibou.
Non esistono limiti all’importazione di valuta estera.
È vietata nel Paese l’introduzione di prodotti alimentari, piante e semi e di attrezzatura per la pesca subacquea.
Per l’importazione di alcuni tipi di medicinali quali ipnotici, morfina, forti tranquillanti o antidolorifici è richiesta l’autorizzazione delle Autorità diplomatico/ consolari mauriziane in Italia. 
Gli sportelli bancomat sono disponibili nei centri abitati e nei centri commerciali; le carte Visa sono generalmente accettate da hotel ed esercizi commerciali.
Occorre denunciare la valuta importata e l’ammontare di cui si è in possesso.
Le carte di credito sono generalmente accettate solo nei maggiori alberghi e nelle grandi strutture; la carta più usata in Africa australe è la VISA.
Si consiglia, tuttavia, in previsione di spostamenti all’interno del Paese, di possedere sufficiente denaro contante in Euro e/o in dollari USA.
Si rammenta che è proibita l’importazione e l’esportazione di denaro contante che superi l’ammontare di 5.000 USD, così come, l’importazione di profumo che ecceda i 500 ml, 20 pacchetti di sigarette e l’importazione di piante. All’ingresso nel Paese, le autorità doganali spesso perquisiscono i bagagli alla presenza del proprietario.
Per l'importazione temporanea di fucili da caccia è necessario richiedere un permesso che sarà rilasciato dalle autorità doganali all'entrata nel Paese
Euro e dollari USA non sono accettati ma sono facilmente convertibili. L’utilizzo di carte di credito è limitato alle banche e a qualche albergo di Abidjan ma, a causa di possibili frodi, si consiglia di farne uso limitato. L'accettazione dei traveller’s cheques è limitata.
E' obbligatorio denunciare ogni valuta al dì sopra di 4.999 dollari usa. È proibito importare ed esportare valuta locale superiore a 500 naira.
Vi sono forti restrizioni nell'esportazione di valuta locale. L'euro è generalmente accettato nei principali alberghi e può essere cambiato in valuta locale nei negozi di cambio del centro e nei principali alberghi. Le carte di credito sono accettate solo negli alberghi di lusso. 
È vietata l'esportazione di pietre preziose grezze senza un'autorizzazione rilasciata dalle autorità centrafricane competenti
L’importazione di valuta locale è limitata a 500 Rand, mentre per l’importazione di valuta straniera non esistono limiti. Si consiglia, in ogni caso, di dichiarare la valuta al fine di evitare contestazioni in uscita dal Paese. L’esportazione di valuta è consentita per somme non superiori a quelle dichiarate. Avvertenze 
L'esportazione di monete d'oro, collezioni di monete antiche, francobolli, oro grezzo ed imitazioni di banconote sudafricane deve essere accompagnata da un'autorizzazione da richiedere presso il “General Manager Exchange Control Department” South African Reserve Bank P.O. Box 3125 Pretoria 0001”.Per informazioni relative alla documentazione necessaria per l’importazione o l’esportazione di altri prodotti occorre rivolgersi direttamente alle Autorità diplomatico-consolari presenti in Italia o presso i competenti uffici in loco. Si ricorda che è vietata l’importazione di: droghe e stupefacenti, armi da fuoco automatiche, militari o non identificate, esplosivi, fuochi artificiali, pubblicazioni od oggetti di carattere osceno o pornografico, pubblicazioni od oggetti di natura sediziosa, veleni o sostanze tossiche.
Nessuna
All’entrata nel Paese i visitatori debbono fare la dichiarazione di possesso di valuta che va cambiata solo attraverso istituzioni riconosciute.
In caso di possesso di una somma di denaro superiore a 500.000 FCFA (762,00 Euro circa) al momento dell’arrivo nel Paese, vige l’obbligo di dichiarare la somma posseduta compilando un modulo presso l’ufficio doganale dell’aeroporto. Al momento di lasciare il Paese si deve esibire la suddetta dichiarazione o la distinta d’acquisto di valuta rilasciata nel corso del soggiorno in Senegal da un Istituto di Credito autorizzato. Le ammende applicate a fronte di una violazione delle norme vigenti in materia vanno dalla confisca della valuta oggetto dell’illecito alla condanna da 1-5 anni di prigione. È vietata l’esportazione di valuta locale.
Si segnala che alcuni viaggiatori in partenza dal Senegal hanno subito, al momento del passaggio della frontiera per il successivo imbarco aereo, il sequestro di somme di denaro per le quali non era stata resa, al momento dell'arrivo all'Aeroporto di Dakar, la prevista dichiarazione presso l'Ufficio di Dogana. Si consiglia vivamente, onde evitare spiacevoli inconvenienti, di esigere, al momento dell'arrivo presso l'Aeroporto di Dakar, la sottoscrizione della suddetta dichiarazione relativa a mezzi finanziari di cui si è in possesso.
Le carte di Credito tra cui (AmEx, Visa, Mastercard e Diners) sono accettate ovunque e principalmente nei grandi alberghi. 
Sono consigliati i Travellers’ Cheques in Euro.
Nessuna
Euro e dollari USA sono accettati (più conveniente il cambio del dollaro USA) e sono convertibili presso Banche e Agenzie ufficiali. Le carte di credito non sono accettate e pochi esercizi commerciali accettano travellers cheques. Si consiglia di arrivare nel Paese con sufficiente valuta per coprire le spese
Non presenti
E' consentita l’introduzione in Sudan di valuta straniera di qualsiasi ammontare, senza doverne dimostrare la provenienza.
Servizi: le banche sono aperte dalle 8.30 alle 12.00, dal sabato al giovedì. I negozi sono aperti dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 17.30 alle 20.00, dal sabato al giovedì (l’apertura dei negozi rimane comunque una prerogativa del proprietario).
Nessuna. Si consiglia tuttavia, specie se sono previste gite fuori dei centri abitati, di giungere in Swaziland con denaro contante, preferibilmente dollari USA.
Le carte di credito più usate sono Master Card e VISA
Nessuna. L’euro e i dollari sono ugualmente accettati e convertibili in valuta locale presso i numerosi Uffici di cambio. Le Banche principali con servizio Bancomat sono: Barclays, NBC, Standard Chartered Bank. 
Non esistono particolari restrizioni per l’importazione di valuta. I traveller cheques sono accettati nei principali Hotel di Dar es Salaam, nelle Banche ed in alcune agenzie di viaggio della capitale. Il servizio Bancomat è da poco stato istituito in alcune principali banche. Le carte di credito accettate nei principali alberghi sono la Visa, la Master Card e la Diners Club; spesso viene applicata una commissione su ogni acquisto del 5%-10%.
Si consiglia di dichiarare la valuta posseduta in dogana.
Non vi è un limite massimo all'introduzione di valuta. È necessario, però, dichiarare su un apposito modulo la valuta straniera che viene introdotta qualora questa superi l'equivalente di 1000 dinari (circa 650 Euro). In caso di mancata dichiarazione sono previsti il sequestro della somma e l'applicazione di un'ingente multa sino a 7 volte l'importo sequestrato. Il mancato pagamento della sanzione può impedire un futuro ingresso in Tunisia e comportare l'apertura di un procedimento penale. L'obbligo di dichiarazione valutaria è riportato sui cartelli ai posti di frontiera ed anche sulla scheda bianca distribuita all'ingresso nel Paese. È vietato esportare dinari tunisini. Si sottolinea l'importanza di rispettare rigorosamente le norme locali in materia valutaria. I reati valutari sono puniti con molto rigore dalla legge tunisina con il sequestro delle somme eccedenti i mille dinari e/o eventuali pene. È vietato esportare oggetti d'antichità dalla Tunisia senza l'autorizzazione doganale. L'introduzione di quantitativi anche non rilevanti di oro deve essere dichiarata in dogana. I giornalisti hanno bisogno di un'autorizzazione da chiedere all'Ambasciata tunisina a Roma per introdurre telecamere e macchine fotografiche di tipo professionale e per effettuare riprese ad uso professionale.
Nessuna.
Si consiglia di portare con sé traveller cheques oppure contanti (dollari USA, Euro). L'uso di carte di credito non è ancora molto diffuso
Occorre dichiarare in entrata la valuta straniera ed i travellers’ cheques posseduti. In uscita è obbligatorio dichiarare la valuta straniera esportata; è consentito esportare fino al controvalore di dollari USA 5.000.
Nessuna. 
Non esistono particolari restrizioni per l’importazione di valuta. I traveller cheques sono accettati nei principali alberghi di Zanzibar e nelle banche. Vi sono tre sportelli Bancomat. Le carte di credito più comunemente accettate come forma di pagamento nei principali alberghi sono: Visa e Master Card.
In dogana, sia all’arrivo sia in partenza, viene ancora richiesto di dichiarare la valuta estera posseduta, nonostante la suddetta formalità sia stata abolita nel 1994. In alcuni casi le autorità zimbabwane hanno confiscato la valuta straniera ai turisti/visitatori non in grado di provare che tale importo era stato dichiarato al momento dell’entrata nel Paese. In entrata in Zimbabwe non è previsto alcun limite alle somme di valuta straniera che è possibile importare, ma al momento di lasciare il Paese non possano essere esportate cifre in contanti superiori a 1.000 dollari USA o analogo valore in altre monete straniere, e non più di 10.000,00 dollari zimbabwani. I viaggiatori che venissero trovati in possesso di cifre maggiori rischiano la confisca della somma eccedente i valori sopra indicati e di essere accusati di esportazione illegale di moneta e trattenuti per apparire in giudizio.
Oltre alla lista di merci proibite, come materiale pornografico, coltelli a scatto ecc., è necessario uno speciale permesso per introdurre nel Paese alcuni articoli (armi e munizioni, gemme preziose e semipreziose, animali, piante e prodotti agricoli, ecc.). Ulteriori informazioni al riguardo sono riportate nel sito web della Zimbabwe Revenue Authority
Al momento di lasciare il Paese è prevista una tassa d'imbarco aeroportuale di US$ 30 (attualmente compresa nel costo del biglietto aereo).
Si ricorda che l’esportazione di oggetti in avorio è consentita solo se munita di autorizzazione rilasciata dall’autorità competente (National Park & Wildlife) al momento dell’acquisto, e nel rispetto delle regole CITES.E’ illegale cambiare moneta straniera con quella locale presso coloro che non siano autorizzati ad effettuare tali operazioni dalle autorità locali. Le più importanti banche autorizzate dalla Banca Centrale “Reserve Bank of Zimbabwe”, anche alle operazioni di cambio, sono: la Standard Bank, la Chartered Bank e la Barclays Bank. I venditori occasionali e privati cittadini offrono i servizi di cambio al nero, ma tale prestazione deve essere sempre rifiutata in quanto costituisce un reato.I viaggiatori devono considerare attentamente il metodo di pagamento da utilizzare per l’alloggio ed altre spese in quanto a causa dell’alto tasso di inflazione, i prezzi sono in costante fluttuazione. Le valute pregiate, come il dollaro USA, l’Euro, il Rand ecc., sono necessarie per alcuni tipi di pagamento come alloggi e biglietti aerei, ma vengono considerate illegali per altri tipi di pagamento. Anche in circostanze in cui l’uso di valuta straniera è permessa, i travellers’ cheques non vengono accettati, nemmeno dalle banche o dalle case di cambio.
Chi Siamo | Mappa del Sito